Frittelle dolci

Frittelle dolci

Frittelle dolci: consigli di cottura

Le frittelle dolci sono un piatto molto goloso che si consuma principalmente durante le feste di Carnevale, per rendere ancora più dolce e allegra questa occasione speciale. La frittura è sicuramente uno dei metodi di cottura più appetitosi, che si basa sull’immersione del cibo nell’olio bollente. Scopriamo tutti i trucchi e i segreti su come friggere le frittelle dolci, per renderle ancora più sfiziose.

Friggere in padella o nella friggitrice: attenti all’olio!

Per evitare che le frittelle assorbano troppo olio, questo deve essere sempre abbondante. Sembrerà un controsenso, ma in entrambi i modi di frittura dobbiamo sempre usare molto olio. Come anticipato, esistono due metodi di cottura: in padella e con la friggitrice; con la friggitrice la temperatura è controllata e costante mentre in padella no, ed è quindi necessario controllare la temperatura dell’olio prima di immergere le frittelle.

Come capire quando l'olio è pronto per friggere

Per ottenere delle frittelle croccanti e calde fuori, ma allo stesso tempo morbide dentro, si deve capire quando l’olio è pronto per iniziare a friggere. Questo passaggio è molto semplice: basterà immergere nella padella o nella casseruola uno stecchino di legno, se questo affiora in superficie sfrigolando e formando delle bollicine, significa che l’olio ha raggiunto la giusta temperatura ed è caldo abbastanza. A questo punto non vi resta che procedere con la frittura delle vostre frittelle.

Controllare la frittura

Se non hai una friggitrice con termostato, puoi friggere le frittelle in una pentola alta. Per controllare la temperatura di frittura, immergi uno stuzzicadenti: se intorno si formano delle bollicine, la temperatura è ideale per la cottura. È sconsigliabile friggere troppe frittelle insieme in quanto la temperatura dell'olio tende ad abbassarsi e la loro struttura diventa più unta in quanto l'impasto assorbe olio.

Perché le frittelle assorbono l'olio?

Se dopo la frittura le vostre frittelle non risultano croccanti, ma al contrario hanno assorbito l’olio, probabilmente avete immerso l’alimento troppo presto e l’olio non aveva ancora raggiunto la temperatura necessaria per una buona riuscita, oppure non avete scelto l’olio più adatto.

Infatti, per friggere è molto importante utilizzare l’olio giusto. I diversi tipi di olio si differenziano principalmente per il grado di punto di fumo, ossia la temperatura oltre la quale l’olio brucia diventando tossico. Prendendo in considerazione che la temperatura di frittura è solitamente compresa tra i 165° C e i 185° C, alcuni oli, come quelli di semi di girasole e di mais, avendo un punto di fumo basso, non sono adatti alla frittura. Altri oli, come quello di palma e di soia, non sono altrettanto adatti in quanto vengono assorbiti troppo dai cibi. L’olio di semi di arachidi si può quindi classificare come il migliore olio per friggere.

Cottura per frittelle più leggere

Per ottenere frittelle (sia dolci che salate) più leggere, puoi provare la cottura in forno.

L’impasto va diviso in modo da ottenere delle frittelle tutte delle stesse dimensioni.

Cuoci sul ripiano medio del forno preriscaldato a 180°C e, prima di sfornare, attendi che le tue frittelle siano ben dorate!

Ricette di frittelle dolci

Scopri tante ricette di frittelle suggerite da PANEANGELI: lasciati conquistare dalla bontà di questi golosi piatti!

Divertiti in cucina

I nostri lieviti dolci

TUTORIAL CORRELATI

Gli altri tutorial

Aggiunto ai preferiti
Url copiato
Rimosso dai preferiti
Aggiunto alla lista della spesa
Rimosso dalla lista della spesa